Centro di Riabilitazione fisico motoria,
Medicina dello Sport, Medical Fitness

Pillola n°6 - Protesi d’anca: I progressi della chirurgia e l’importanza della riabilitazione

Negli ultimi anni molti sono stati i cambiamenti che hanno riguardato la protesi di anca.

Sicuramente la chirurgia robotica oggi consente di affrontare anche i casi più difficili tramite un planning operatorio e intraoperatorio che hanno la possibilità di correzione in base a situazioni inaspettate e non programmate. Il robot viene utilizzato anche per le forme displasiche o per esiti di fratture che alterano l’anatomia delle strutture interessate.

Le tecniche chirurgiche e l’utilizzo delle vie di accesso anteriore e anterolaterale con strumenti specifici è possibile intervenire nel massimo rispetto dei tessuti muscolari e tendinei favorendo una veloce ripresa funzionale per il paziente. Aggiungendo le tecniche antalgiche il paziente viene messo in piedi subito o comunque entro il giorno successivo all’intervento.

Gli impianti protesici si sono evoluti a livello di design e di materiali utilizzati e sono differenziati in base alle caratteristiche del paziente. Fondamentale quindi la scelta della tipologia di impianto in base al caso specifico.

Il buon risultato finale della protesi è determinato dall’atto chirurgico e dal percorso riabilitativo.

Infatti il fast-track, che prevede la mobilizzazione precoce del paziente, ha cambiato completamente l’approccio riabilitativo consentendo dimissioni precoci e l’inizio della riabilitazione dopo 2-3 giorni dall’intervento secondo un protocollo post-operatorio programmato. 

 

La parola al Dott. Enrico Seri-chirurgo ortopedico

 

VUOI INFORMAZIONI
clicca qui

Contattaci
Tel. 055 6510678

News

Esami Universitari di Teoria e metodolog…

04-06-2024

Anche quest'anno si sono svolti presso il Centro gli esami universitari relativi a “teoria e metodologia dell'allenamento” del corso di...

Continuando a consultare questo sito, acconsenti all'utilizzo dei nostri cookie. info